Le Coree Unite

Ma come non lo sapevate? Le due Coree si sono riunite! A dir la verità non ancora, ma è questione di giorni, anzi di ore. Il prode Antonio Razzi, segretario della commissione affari esteri del senato è partito proprio oggi per la Corea del Nord. Il suo scopo è chiaro e semplice: “cercare di promuovere un progetto che nelle mie intenzioni dovrebbe portare, perché no, a un ravvicinamento tra i due Paesi, e a una riunificazione, a distanza da quel lontano 1953, quando al termine della guerra si separarono. Far cadere quel “muro”, lungo il 38esimo parallelo, come si è riusciti a buttare giù quello delle due Germanie nel 1989, è ancora un sogno che potrebbe, però, diventare realtà‘.

Ma chi è l’uomo così sicuro dei suoi mezzi da tentare un’impresa così spregiudicata? Chi può cercare di unire due paesi che fino a qualche mese fa si minacciavano guerra e sembravano marciare a tappe forzate verso lo scontro armato? Antonio Razzi viene eletto nel 2006 in parlamento nelle file dell’IDV, ingiustamente sconosciuto ai più, balza agli onori della cronaca nel dicembre 2011 quando decide di votare a favore della fiducia al governo Berlusconi. Il suo voto insieme a quello di Scilipoti furono fondamentali. Il senso di responsabilità e il travaglio interiore che portarono a quella difficile scelta sono ben raccontati da Razzi in una nota intervista:

Non possiamo apprezzare che incarichi così delicati e di enorme importanza internazionale vengano assegnati a persone con un così alto senso dello stato e interesse per il bene comune!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...