VERSO UN GORGO DI PAURA

Ovunque vado, oggi, ormai non mi parlano altro che di Europa. È per questo che vengo al faro Sainte-Marie. C’è di che disperare. Perché io non vedo nessun futuro europeo a Marsiglia. Nonostante quello che dicono. Marsiglia è città mediterranea. E il mediterraneo ha due rive. Non solo la nostra. L’Europa parla di una soltanto, oggi, e sappiatelo, in Francia questo va fin troppo bene. Trasformano questo mare, per la prima volta, in una frontiera tra oriente e occidente, tra levante e ponente. Ci separano dall’Africa e dall’Asia minore.
In nome delle Andalusie perdute, di Alessandria silenziosa, di Tangeri spezzettata, di Beirut massacrata, ci saremmo potuti ricordare che la cultura europea è nata sulle rive del Mediterraneo, nel Medio Oriente. Europa, casomai ci fosse il bisogno di ridirlo, era una dea della Fenicia rapita da Zeus!

Izzo, Aglio, menta e basilico.

Izzo parla di Marsiglia. In Italia tra colonie greche e fenicie, l’impero romano, le dominazioni arabe, le repubbliche marinare e i loro rapporti con l’oriente, credo possa valere lo stesso. Certo ne è passato di tempo da quando S. Agostino lasciava l’Algeria, sua terra Natale, per diventare, a Milano, padre della chiesa; sono passati i secoli da quando imparavamo la trigonometria dagli Arabi e loro erano i più grandi conoscitori di Aristotele. A lungo, tra guerre e massacri, le due sponde del mediterraneo sono state strettamente legate. Poi qualcosa è cambiato, cosa non saprei. Sta di fatto che l’Africa è diventata sempre più terra da sfruttare, e degli africani ci interessiamo solo quando cercano di varcare le frontiere.

Sì guardando il mare credo che se c’è un futuro per l’Europa, un futuro bello, è in ciò che Eduard Glissant chiama “la creolità mediterranea.”
È qui che si gioca tutto. Fra il vecchio pensiero economico, separatista, segregazionista (della Banca mondiale e dei capitali privati internazionali) e una nuova cultura, diversa, meticcia, in cui l’uomo rimanga padrone sia del suo tempo sia del suo spazio geografico e sociale.
Questo rivendico. Pienamente. Per fedeltà ai primi due amanti di Marsiglia, Gyptis e Protis. E quindi per amore.

Izzo, Aglio, menta e basilico.


Occorre aggiungere altro?
image

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...