IL GOLFO AGRICOLO È SALVO

IL CONSIGLIO DI STATO HA EMESSO OGGI, 28 GIUGNO, UNA STORICA SENTENZA.
ABBIAMO RIPORTATO UNA GRANDE VITTORIA: SIAMO RIUSCITI A SALVARE IL GOLFO AGRICOLO!
UN SINCERO E SENTITO GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO CONTRIBUITO.
A BREVE USCIREMO CON UN COMUNICATO STAMPA.

PER CHI VOLESSE LEGGERE LA SENTENZA COMPLETA, BASTA CLICCARE QUI SOTTO.

https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=OHBJNWIV3CPUCQBVYNLDKSV2BQ&q=segrate

Annunci

SPERANDO CHE NON SI DIMETTA DA CONSIGLIERE INVENTANDOSI UNA SCUSA

Quando Alessandrini ha ufficializzato la sua candidatura a Sindaco di Pioltello, ho pensato e scritto quello che io  pensavo   fossero le vere motivazioni di questa candidatura.

Scrissi che di Pioltello non gli fregava niente, che  era alla ricerca di una “sopravvivenza” politica che gli garantisse una candidatura alle prossime elezioni politiche nazionali.

Scrissi quello che io pensavo fosse la cosa più probabile, la sua spasmodica ricerca di una consiliatura che gli consentisse di ottenere un ruolo di primo piano nella Città Metropolitana.

Osservando la sua  campagna elettorale, i continui attestati d’amore verso Pioltello, le innumerevoli dichiarazioni dove si prendeva l’impegno di lavorare con tutta l’anima e il corpo per  cinque anni, comunque andasse, per una città che oramai sentiva sua, ho dovuto ricredermi.

Queste dichiarazioni, questi attestati d’amore e d’impegno  riportate qui sotto in corsivo, dimostrano che le mie supposizioni su una candidatura interessata fossero sbagliate.

Alessandrini  forse ama veramente Pioltello e sicuramente manterrà l’impegno preso che, comunque fosse andata, avrebbe lavorato per il bene di Pioltello, giorno dopo giorno per tutti i cinque anni a venire.

Sono certo quindi che sarà il  più assiduo e presente consigliere di minoranza, che dimostrerà con i fatti, con la sua immancabile presenza in Consiglio Comunale, che i miei fossero solo cattivi pensieri.

Sono certo che sarà così, che dimostrerà che il suo amore per Pioltello è vero, incondizionato e che rinuncerà a qualsiasi ipotesi di candidatura alla Camera dei Deputati o alla Città Metropolitana per dedicarsi anima e corpo al bene di Pioltello.
Ne sono certo, perché se così non fosse non è l’unico,  lui, che perderà per sempre faccia e credibilita.
Già perché la faccia e la credibilità la perderanno anche quei politici Pioltellesi e quei partiti e liste  che c’è l’hanno venduto come un candidato disinteressato e innamorato.
Che sul suo disinteresse, credibilità e sulla sua completa e incondizionata dedizione a Pioltello ci hanno fatto l’intera  campagna elettorale.

Allora sono certo che lo vedrò  presente ad ogni Consiglio Comunale
Non mi resta quindi che chiedergli scusa e fare outing rileggendo queste sue illuminanti dichiarazioni  sotto riportate.

“Vi assicuro che d’ora in poi faremo il possibile, giorno dopo giorno, per guadagnarci la fiducia di chi non ci ha votato“

” Votate al di là delle ideologie, per un sindaco capace e con in testa solo l’amore per questa Città.”

“È stato molto bello essere in mezzo a voi ieri e divertirci insieme. Quella che era la “Vostra” comunità è già diventata la “Nostra”. Mi sento a casa tra di voi e sarebbe un orgoglio per me poter essere un domani il vostro primo cittadino! “

ILLEGITTIMO IL PGT DEL 2012

Il Consiglio di Stato (sentenza n. 2921/2016), in sede di appello, ha confermato l’illegittimità del PGT 2012 sul Golfo Agricolo.
In particolare, è stato riconosciuto l’errore nei calcoli effettuati nel 2012 sul consumo di suolo, non supportati da idonea motivazione.
E’ stata altresì evidenziata la necessità di valutare ambientalmente il Golfo Agricolo nel suo complesso.
Anche sulla Variante Monzese, il Consiglio di Stato ha ritenuto che doveva essere svolta una valutazione ambientale migliore.
E’ stata quindi accolta in toto la linea della nostra amministrazione, che per il Golfo Agricolo ha rinunciato ai motivi di appello proposti dalla precedente amministrazione.
Abbiamo vinto!

ASSUNTO ILLUSO E POI LICENZIATO.

Si dice che con la prossima apertura del Westfield Center a Segrate ci saranno tante assunzioni, alcuni quantificano cifre enormi o assurde.
Importante non è la quantità ma la qualità del lavoro e la sua durata,e che non succeda quello che è successo a Giacomo Marini.

http://www.tvsvizzera.it/qui-frontiera/Shopping-ad-Arese-a-che-prezzo-7653926.html