Caso Meningite a Segrate,alcune avvertenze.

Pubblichiamo di seguito la comunicazione rassicurante ricevuta dall’ATS Città Metropolitana di Milano sul caso di meningite a Segrate.
In merito al caso di meningite di un ragazzo residente a Segrate si forniscono di seguito informazioni sulla malattia e sugli interventi di profilassi previsti:
Informazioni sulla malattia:
– Il meningococco è un batterio che si trasmette da persona a persona attraverso le goccioline e le secrezioni di naso e gola. Normalmente non determina malattia, in alcuni casi può diventare aggressivo per l’organismo e causare meningite (infezione del sistema nervoso centrale) e/o sepsi (infezione generalizzata).
– Il germe non vive autonomamente nell’ambiente e cessa di essere infettante dopo una brevissima esposizione agli agenti naturali di disinfezione, luce e aria.
– Il periodo di incubazione (tempo che intercorre tra il contagio e la manifestazione della malattia) va dai 2 ai 10 giorni, in media 3-4 giorni.
– L’esordio è di solito improvviso con febbre elevata, brividi, malessere, prostrazione e, nei casi di meningite, mal di testa, rigidità della testa, vomito; nei casi di sepsi possono compare delle macchie rosse sulla pelle, segno di infezione diffusa.
– La malattia può essere debellata se curata tempestivamente; sono tuttavia possibili danni e complicanze in alcuni casi anche mortali.
Come valutare il rischio di contagio e cosa fare
– Sono a rischio di contagio chi ha avuto contatti ravvicinati con la persona malata per un periodo di tempo non breve (indicativamente maggiore di 4 ore): in questo caso si parla di “contatto stretto”.

Per i contatti stretti è indicato effettuare tempestivamente una “chemioprofilassi” con antibiotico specifico, al fine di ridurre il rischio di malattia. L’antibiotico verrà fornito dalla scrivente struttura prevenzione.
– Per le altre persone la chemioprofilassi non è indicata ad es. in caso di contatto occasionale con il malato o di breve durata. Nessun rischio di contagio esiste per i famigliari delle persone che sono venute a contatto con il malato.
Chi è venuto a contatto con il malato e per 10 giorni dall’ultima frequentazione con lo stesso, deve prestare particolare attenzione alla comparsa di sintomi sospetti di infezione da meningococco (es. febbre elevata, cefalea, vomito); in caso di comparsa degli stessi deve prontamente contattare il proprio medico o rivolgersi in Ospedale per una tempestiva valutazione.
Sono stati sottoposti a profilassi i compagni di classe e gli insegnanti dell’Istituto di Milano che il ragazzo frequenta. Sono stati sottoposti a chemioprofilassi anche tutti i contatti stretti (famigliari, amici).
Per ulteriori informazioni e/o chiarimenti per quanto riguarda il comune di Segrate è possibile rivolgersi al seguente numero: 02.98114832 (giorni feriali).

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...