Commenti su Tasse e Tariffe.

Flash n. 465 29 marzo 2017 a cura di Giancarlo Filipetta

Commenti su Tasse e Tariffe

Lunedì 27 marzo 2017, in Consiglio Comunale, sono state approvate tutte le proposte

dell’amministrazione Micheli per quanto riguarda Tasse e Tariffe, il cui dettaglio abbiamo 

illustrato nel Flash n. 464. Le approvazioni sono state ottenute con il voto favorevole della 

maggioranza e il voto negativo dell’opposizione. Scarsa la presenza del pubblico (una 

trentina di persone), mentre ci si attendeva un afflusso più significativo (e rumoroso).

Le ragioni delle variazioni (in crescita) delle aliquote erano già state illustrate dall’assessore 

al Bilancio Stanca (vedi Flash n. 462). Stanca spiega anche come una legge nazionale 

impedisca aumenti di aliquote di tributi e addizionali rispetto al 2015. Si può superare 

l’impedimento accedendo alle procedure di riequilibrio finanziario pluriennale, come è 

appunto accaduto per Segrate.

Naturalmente, contro gli aumenti, partono gli strali dell’opposizione.

Parte De Felice (Forza Italia), magnificando le realizzazioni della precedente 

amministrazione Alessandrini e vaticinando “l’inizio del periodo dell’oscurantismo”.

Lo segue Borruso (Alessandrini per Segrate) per il quale “si alzano i costi, ma non la qualità 

dei servizi”, e chiede una riduzione dell’addizionale Irpef.

Airato (Alessandrini per Segrate) si produce in un’analisi dei costi risultanti a carico delle

famiglie, ma dimostra solo la sua scarsa dimestichezza con i concetti di reddito e di Isee 

(Indicatore della Situazione Economica Equivalente), dove il reddito va diviso per i 

componenti del nucleo famigliare.

Rigamonti (Lega) lamenta che questa amministrazione non abbia considerato le 

conseguenze delle sue scelte strategiche (no al consumo del suolo) sulle imposizioni fiscali,

secondo lui già arrivate al limite.

Non viene risparmiato neppure il solito siparietto tra Del Giudice (Forza Italia) e Rosa

(Segrate Nostra) che rivangano accadimenti superati e che evidenziano una storica 

incomprensione reciproca. Il presidente Viganò invita addirittura Del Giudice a non esprimere 

le sue opinioni più offensive solo a voce e non al microfono, perché in tal modo non possono 

essere registrate. Si innesca poi una nuova polemica quando Rosa dà del “pupazzetto 

manovrato” a De Felice. 

Più costruttivo Dimalta (5 Stelle), che invita innanzitutto a fare cassa dove possibile: ad 

esempio, portare a casa le multe effettuate a Linate dalla polizia di Milano, o i soldi per i 

disagi causati dai voli; azzerare i costi della politica, ecc..

Una difesa delle scelte dell’amministrazione arriva, oltre che da Barsanti (Pd) e Ferrante 

(Pd), anche da Fusilli (Segrate Nostra), che esordisce parlando di “un Consiglio Comunale 

sofferto sia da parte della maggioranza, sia da parte dell’opposizione”. Fusilli condivide 

comunque il principio di far pagare di più a chi più ha (con particolare riferimento alle tariffe 

per asili nido e mense scolastiche), senza toccare le fasce più deboli.

Chiude il sindaco Micheli: “Le criticità che abbiamo rilevato – dice Micheli – hanno superato 

ogni più pessimistica previsione”. E fa l’esempio della San Marco, la quale si è presa le sue 

provvigioni alla fonte sulle tasse riscosse, senza che però le stesse provvigioni fossero 

registrate nel Bilancio comunale. E adesso tocca alla nuova amministrazione metterle tra le 

passività. “Tutti sappiamo chi è l’autore di tutto questo – continua Micheli – Ma non è così 

che si governa il bene comune. Noi metteremo a posto i conti, con l’obiettivo di lasciare la 

città un po’ meglio di come l’abbiamo trovata”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...