A proposito di intermodale e rotte aeree.Basta balle.

Caro F.

 leggo sempre le tue comunicazioni e quindi anche l’ultima del 28 maggio in cui il Signor Dalerba (SO Intermodale) descrive l’inquinamento acustico della zona di Via Lazio a Redecesio causato

dall’accesso all’intermodale da treni camion e gru. Peccato che si sia dimenticato che Redecesio è inquinato anche dal traffico aereo in decollo da Linate che è stato dalla precedente amministrazione tutto scaricato su Redecesio. VIA GLI AEREI DA SEGRATE era il titolo del periodico dell’amministrazione comunale che si vantava del risultato ottenuto salvaguardando Segrate Centro e altri quartieri dal rumore.

A noi è rimasto l’inquinamento acustico e quello ambientale (ricordiamoci che ogni aereo in decollo scarica inquinanti come 500 auto vecchi modelli senza filtri e sonde) Capisco che si parlava di Intermodale; io ho aggiunto gli aerei e non ho ancora parlato del motivo per il quale gli aerei in decollo che dovevano iniziare la virata prima della ferrovia Milano-Venezia, oggi sorvolano tutta Redecesio prima di iniziare la virata prevista.

Forse perché bisogna salvaguardare la vivibilità degli abitanti di altri quartieri che erano disturbati dal rumore?

E’ chiaro che aumentando la percorrenza del decollo si alza la quota e si riduce il rumore sulle case sottostanti. Ma questo non riguarda Redecesio che ancora una volta subisce il volere di altri. 

E non mi si dica che è un problema di sicurezza del volo perché questo esisteva anche quando si sono firmati gli accordi per il cambio delle rotte di uscita da Linate.

Non voglio andare oltre ma voglio ricordare al Sig. Dalerba che gli abitanti di via Lazio subiscono anche il rumore del passaggio dei 289 treni giornalieri che transitano sulla linea Ferroviaria Milano-Venezia e, dulcis in fundo, ricordare che la movimentazione dei treni, camion e gru all’intermodale inizia ogni giorno alle 2,30 di notte e prosegue ininterrottamente per 22ore al giorno dal lunedì alla domenica.

Mi auguro che questa mia serva a qualche amministratore per intervenire in proposito e mi aspetto risultati positivi. Possono verificare di persona quando vogliono; l’importante è che lo facciano.

intanto, riprendendo una famosa frase del grande TOTO’ …..E IO PAGO …IO PAGO ma non ottengo mai niente e devo sempre subire.  

Un saluto.

Mario Enrico Nadin  

Segrate, 31 maggio 2017
Ristrutturazione aeroporto di Linate. Valutazione di Impatto Ambientale
Se è vero che a seguito dei progressi tecnologici siano diminuiti rumori e inquinamento è altrettanto vero che noi di Redecesio, in particolare di Via Lazio e Basilicata, i rumori li subiamo continuamente anche perché da Linate continuano a decollare vecchi modelli di aerei che con il progresso tecnologico non hanno nulla a che vedere.

Il nostro obiettivo non è impedire il decollo di questi mezzi ma è quello di un intervento da parte dei responsabili affinché siano messe in atto protezioni di qualunque tipo per permetterci una qualità della vita come per gli altri cittadini di Segrate che il rumore e l’inquinamento non lo subiscono.

Speriamo che l’amministrazione Comunale interpelli anche noi cittadini di Segrate ma residenti in Redecesio che ormai non credono più alle balle che ci raccontano.

Mario Enrico Nadin 

Segrate, 3 giugno 2017

Dalla Newsletter di Giancarlo Filipetta.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...