Meno rumore,ma più inquinamento.

Commento su Linate

Vorrei commentare brevemente il Flash su Linate, visto che è argomento attuale (nota che 500.000 mc di volumi addizionali non sono irrilevanti). La perpetuazione di Linate come city airport  è in prospettiva un errore in quanto le aree occupate sarebbero molto più propizie all’espansione della città (invece della progressiva distruzione del terreno agricolo più fertile del mondo) , mentre un sistema di trasporti veloci con Malpensa quasi annullerebbe il problema distanza). Nota che, piano piano, vengono urbanizzate ulteriori aree vicino a Linate che non dovrebbero esserlo, a causa del depassamento di limiti acustici internazionalmente NON accettato per le abitazioni civili. Non è questione solo di “postali” notturni tecnologicamente obsoleti che depassano limiti sonori già generosi. Né solo di “spray” di gasolio incombusto che gli aerei in decollo necessariamente producono, e che respiriamo col mix di altri contaminanti spesso enormemente superiori ai limiti consentiti. Né del problema della produzione degli ossidi d’azoto (NOx) che vengono tanto più prodotti quanto più (stavolta) gli aerei sono tecnologicamente avanzati.(*). Il vero problema è la progressiva accettazione da parte del pubblico di un degrado generale della qualità di vita, e dell’insensibilità delle Autorità rispetto a questi temi. Insomma, il problema che sempre più siamo tutti piccoli Trump, insensibili ai temi ambientali e della vera qualità di vita, incuranti di lasciare ai posteri un pianeta almeno non più deteriorato di quello che ci hanno lasciato i nostri padri.

Da questo punto di vista, il centro commerciale più grande d’Europa che dovrebbe crearsi sul nostro territorio sarà uno scempio irreversibile che distruggerà per sempre la vivibilità del territorio di Segrate, già assai compromessa, e si rivelerà un flop economico macroscopico, eccetto per coloro che faranno profitti costruendolo con tutte le attività connesse, legali e NON.  Se non c’è la capacità di frenare, sia pure in extremis, e di avere un moto di responsabilità che limiti l’incoscienza dilagante, tutti concorriamo allo sfascio e al declino in corso, qui a Segrate come in tutto il nostro Paese.

Cari saluti cordiali

Francesco Tamburrano

(*) Mi riferisco al problema, di cui scrissi e che presentai quando lavoravo all’OCSE, della TAT (Terminal Air Temperature). In estrema sintesi: quanto più un motore a reazione è efficiente (moderno), tanto più elevata è la temperatura del flusso di gas esausti (o viceversa). Ma, per ragioni termodinamiche , la cinetica delle reazioni di formazione degli NOx – terribili inquinanti – che si formano dall’ossigeno e dall’azoto dell’aria, per sintesi diretta – , aumenta con la temperatura nella camera di combustione del motore. 

Aerei + moderni = + inquinamento da NOx (e non solo), anche se ho il vantaggio del minor rumore. 

Francesco Tamburrano

Dalla newsletter di Giancarlo Filipetta.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...