Legalità a Novegro

Blitz nella mattinata di venerdì 22 settembre da parte della polizia locale di Segrate in supporto all’esecuzione di un procedimento di sfratto emesso dal Tribunale di Milano.

Gli agenti sono giunti in forze a Novegro per accompagnare l’Ufficiale Giudiziario, chiudendo definitivamente il locale pizzeria Turkish Kebap di via Rivoltana 31.

Un’operazione portata a termine proprio grazie all’intervento risolutivo della polizia locale, dopo diversi tentativi andati a vuoto da parte dell’Ufficiale Giudiziario. I gestori dell’attività non hanno opposto alcuna resistenza, consegnando le chiavi dell’immobile che ora verrà restituito alla proprietà.

La polizia locale in passato era dovuta intervenire in più occasioni presso lo stesso locale di via Rivoltana: due volte in collaborazione con l’ATS constatando la carenza delle condizioni igienico sanitarie e chiudendo momentaneamente l’attività, in una terza occasione per sedare un acceso diverbio scoppiato all’interno del locale che aveva portato alla distruzione di parte degli arredi.

“I proprietari dell’immobile ora hanno assicurato la loro intenzione di restaurare il negozio per affittarlo ad aziende accreditate – commenta al termine dell’operazione l’assessore alla Sicurezza Santina Bosco -. Una decisione certamente positiva per la tranquillità del quartiere e dei suoi abitanti. Come Amministrazione comunale stiamo anche valutando l’ipotesi di emettere un’ordinanza di divieto di vendita di bevande, alcoliche e no, nelle bottiglie di vetro in orario serale per garantire una maggiore sicurezza e migliori rapporti di vicinato tra esercenti e abitanti sia a Novegro che in tutti gli altri quartieri cittadini”.

“Quello di venerdì è l’ultimo atto di una serie di brillanti interventi messi in atto dalla nostra polizia locale – sottolinea il sindaco Paolo Micheli -. Da tre anni i nostri agenti eseguono controlli presso i pubblici esercizi di Segrate, verificando anche le condizioni igienico sanitarie al fine di garantire maggior sicurezza per la clientela anche nel campo alimentare. Il progetto, svolto in concerto con l’ATS di Melzo, ha portato ottimi risultati: numerose le attività controllate e poche, per fortuna, quelle hanno avuto bisogno di un provvedimento di chiusura”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...