Preverdissement una scelta frettolosa e politica!!.

Dalla pagina fb di Segrate Nostra.

http://www.comune.segrate.mi.it/informa/news/2018/sentenza_preverdissement_novembre2018.html

Annunci

Interventi di somma urgenza per manutenzione verde pubblico a seguito eventi atmosferici del 29/10/2018 – approvazione e impegno di spesa Pubblicazione nr.: 2018/002326

Dopo la tempesta ecco gli interventi urgenti adottati dall’Amministrazione Segratese.

https://drive.google.com/file/d/1-1MT6esLgIL9bxHO48TyxQav-NsdRYIb/view?usp=drivesdk

MENO AUTO ATTORNO ALLE NOSTRE SCUOLE! ðŸš—🚫

MENO AUTO ATTORNO ALLE NOSTRE SCUOLE! 🚗🚫

Guardate questo video promosso dalla regione del Voralberg, in Austria 🇦🇹! L’intento è quello di far riflettere i genitori su come portano i loro figli a scuola tutte le mattine. 😲

Diciamocelo chiaramento: usiamo l’auto per portare i nostri bambini a scuola, anzitutto per comodità. Tuttavia non ci accorgiamo che spesso, così facendo, i nostri piccoli si ritrovano OSTAGGIO dell stesse AUTO che li accompagnano… 👎

Come risolvere il problema? 🤔
▶️ Incrementando SERVIZI ALTERNATIVI, come #bicibus, #piedibus e scuolabus
▶️ Realizzando INFRASTRUTTURE SICURE in modo da favorire il tragitto casa-scuola in autonomia
▶️ ALLONTANDO LE AUTO DALLE SCUOLE, con la creazione di Zone30 e Aree Pedonali davanti agli ingressi

Il Comune di Rimini sta portando avanti questi concetti in diverse scuole della nostra città, finora con risultati più che incoraggianti! Perché una scuola senz’auto è a beneficio anzitutto di chi a scuola ci va… 🧒

#ciclistiurbaniascuola #megliolabici #biketoschool

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=709758146064940&id=509569556083801

Questo è il progetto pilota realizzato alla scuola elementare “De Amicis”, lo scorso maggio. Ora in estensione ad altre scuole della città, visti gli ottimi risultati:

E’ doveroso che qualcuno si assuma le responsabilita’delle proprie azioni, e che non siano sempre i Cittadini a pagare.

Sono amareggiato e arrabbiato al tempo stesso perché ancora una volta mi ritrovo a dover commentare (e poi a dover trovare le contromisure) un gravissimo danno economico alle tasche dei segratesi, causato dalla superficialità e dalla mala gestione della cosa pubblica di chi ha amministrato Segrate gli anni passati. Potrebbe sembrare accanimento terapeutico o l’ennesimo scaricabarile, ma purtroppo non è così. Come dico ormai da mesi è invece corretto e doveroso che ciascuno si assuma le responsabilità derivanti dalla propria azione amministrativa.
La grave situazione finanziaria che sta attraversando il Comune, che ha portato all’aumento delle imposte, alla riduzione di alcuni servizi e alla pericolosa situazione di predissesto certificata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è tutta figlia di una politica territoriale disastrosa e di azioni di sola facciata portate avanti dagli ex amministratori di Segrate e dalle forze politiche che li hanno sostenuti e che oggi puntano il dito se non viene tagliata l’erba o se non vengono sistemate le strade. La verità è che la situazione finanziaria del Comune rimane molto grave, con fatica stiamo salvando il salvabile e abbiamo raggiunto l’equilibrio dei conti con grande difficoltà, ma questa sentenza mette l’ente in un’ulteriore situazione di apprensione. Continueremo comunque a fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per salvaguardare gli interessi dei segratesi, anche contro l’esito di questo primo grado di giudizio. In contemporanea però avvieremo anche una richiesta di risarcimento danni tramite gli organi preposti che accerterà le responsabilità.

Paolo Micheli Sindaco di Segrate.

Preverdissement: il Comune condannato a risarcire 1,35 milioni di euro  Il sindaco Micheli: “Esigeremo i danni a chi nel 2012 chiese di procedere con la piantumazione preventiva”

Il Tribunale Ordinario di Milano ha condannato ilComune di Segrate al pagamento di 1,35 milioni di euro, più 30mila euro di spese processuali, nella causa civile promossa dalla società Europa 2000 per il risarcimento dei danni che avrebbe subito a causa del vecchio Piano di Governo del Territorio del 2012, poi annullato in quanto illegittimo, con sentenza del TAR nel febbraio del 2015, giudizio confermato dal Consiglio di Stato nel giugno del 2016.

Secondo la ricostruzione del giudice la società, proprietaria di diversi terreni all’interno del golfo agricolo tra Milano 2 e Rovagnasco, avrebbe subito un danno dalla richiesta dell’allora Amministrazione Comunale di piantumare preventivamente, entro sei mesi dall’approvazione del PGT, le aree di trasformazione denominate TR1, quale condizione necessaria per ottenere l’approvazione all’edificazione. Una richiesta urgente di procedere con il “preverdissement” sollecitata alla società Europa 2000 tramite una raccomandata del luglio 2012, firmata anche dall’allora assessore al Territorio, e ribadita dall’approvazione della delibera di Giunta dell’ottobre 2012 che dava l’ok dopo soli 15 giorni dalla data di presentazione, al progetto di impianto del verde. Atti firmati e votati nonostante fosse già pendente dal maggio 2012 un ricorso al TAR contro il PGT che avrebbe potuto avere ricadute dirette sul Piano, come poi effettivamente avvenne.

“L’atteggiamento assunto dal Comune – scrive il giudice nella sentenza -, ha ingenerato nella società attrice un legittimo affidamento sulla bontà dei provvedimenti adottati, ma soprattutto ha sostanzialmente indotto e obbligato quest’ultima a procedere nell’attuazione del preverdissement, nonostante le impugnazioni pendenti in sede giurisdizionale”.

La piantumazione preventiva venne poi eseguita dalla società Europa 2000 e secondo il giudice avrebbe generato costi pari a circa 1,3 milioni di euro.

“Purtroppo siamo qui a commentare ancora una volta un gravissimo danno economico alle tasche dei segratesi, causato dalla superficialità e dalla mala gestione della cosa pubblica di chi ha amministrato Segrate gli anni passati – commenta il sindaco Paolo Micheli -. Potrebbe sembrare accanimento terapeutico o l’ennesimo scaricabarile, ma purtroppo non è così. E’ corretto e doveroso, invece, che ciascuno si assuma le responsabilità derivanti dalla propria azione amministrativa. La grave situazione finanziaria che sta attraversando il Comune, che ha portato all’aumento delle imposte, alla riduzione di alcuni servizi e alla pericolosa situazione di predissesto certificata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è tutta figlia di una politica territoriale disastrosa e di azioni di sola facciata portate avanti dagli ex amministratori di Segrate e dalle forze politiche che li hanno sostenuti e che oggi puntano il dito se non viene tagliata l’erba o se non vengono sistemate le strade. La verità è che la situazione finanziaria del Comune rimane molto grave, con fatica stiamo salvando il salvabile e abbiamo raggiunto l’equilibrio dei conti con grande difficoltà, ma questa sentenza mette l’ente in un’ulteriore situazione di apprensione. Continueremo comunque a fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per salvaguardare gli interessi dei segratesi, anche contro l’esito di questo primo grado di giudizio”.

L’Amministrazione Comunale avvierà anche una richiesta di risarcimento danni tramite gli organi preposti che accerterà le responsabilità.

http://www.comune.segrate.mi.it/export/sites/default/doc/news/Sentenza_Europa_2000.pdf

Murati Vivi no Grazie.S.O.S. Tregarezzo dopo un anno di appelli inascoltati.

Settembre 2017,da allora nulla e’ cambiato aria irrespirabile, il controviale sotto le case e’ la terza corsia della Rivoltana.Caro Comandante della Polizia Locale di Segrate a quando una Ztl,una telecamera?,o un autovelox nelle ore mattutine per evitare disagi a Tregarezzo.Grazie

https://www.ilgiorno.it/martesana/cronaca/traffico-segrate-1.3408450