El portava i scarp del tennis.

Le immagini della cerimonia di intitolazione della tangenzialina di Novegro a Enzo Jannacci.Presente anche il Figlio Paolo,Il Sindaco di Segrate Paolo Micheli,e l’assessore alla cultura Gianluca Poldi.Cerimonia allietata a livello musicale dalla Band Jannaciana,la Banda dell’Ortica.

Annunci

Per Segrate e dintorni chiude Linate,3 mesi di pace e poi cosa ci aspetta?

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_settembre_30/cantieri-voli-trasferimenti-cosi-linate-prepara-stop-2019-c0f08d56-c42a-11e8-af74-9a32bd2d1376.shtml

Caro Consigliere cosa hai fatto per Novegro?

Un ex Consigliere Comunale sta rilanciando questo Articolo,con l’hastag #Novegroconmilano.Ma Caro ex Consigliere ma quando eri in carica ( Ben 5 anni) cosa hai fatto per Novegro? Pensavi solo al Campo di calcio,Solo dopo aver formato un Comitato qualcosa si è ottenuto,tipo chiusura delle Vie al traffico durante le grosse manifestazioni,accesso solo ai Residenti con pass.Comitato ostacolato tante volte dalle Tue forze politiche,abbiamo una memoria di articoli che lo dimostrano,eppure una volta è stato detto che a Novegro va tutto bene,ricordi?.Il Comitato poi scioltosi di proposte positive ne ha avute,mai avvalate dalla tua Giunta Sindaco compreso.Quanto è costata la recinzione del campo erba compresa?.Perciò nn accusare senza aver fatto nulla quando eri Consigliere Comunale.Se vuoi un confronto sono disponibile.E così parliamo del “Centro Civico” o del rifacimento della zona Rivoltana o delle bisarche.O ci stiamo preparando alla campagna elettorale?.

Di Marzo Pino.

Controlli più frequenti a Novegro nelle ore serali.

In diretta dal posto di controllo in via Rivoltana angolo via Dante a Novegro

Dalla pagina FB della Polizia locale di Segrate.

I Residenti chiedono maggiori controlli sul Territorio di Novegro,in particolare sui parcheggi riservati a Loro,E sanzionare le auto sprovviste del tagliando.

Multe a Linate:Danno erariale nei confronti del Comune di Segrate.

Come anticipato da Noi, nei giorni scorsi Danno erariale nei confronti del Comune di Segrate.

Segrate (Milano), 13 settembre 2018 – Linate: illegittime le multe inferte dai ghisa milanesi nella zona aeroportuale e danno erariale per le casse comunali di Segrate e Peschiera. A stabilirlo è l’ultima sentenza emessa dal giudice di pace Rossella Barbaro che, con un dispositivo di 11 pagine, ha accolto in toto il ricorso di T.S., un’automobilista torinese che si è vista arrivare a casa un maxi verbale di quasi 200 euro per aver posteggiato la vettura all’interno dell’aeroporto. Stessa sentenza scritta qualche mese fa dalla stessa giudice anche per i 29 verbali contestati da C.S., il proprietario dell’auto che il figlio ha usato per mesi per accompagnare la fidanzata in aeroporto, senza rendersi conto dei clic scattati dalle telecamere montate da Milano. Multe per un totale di quasi 3mila euro. La vittoria di C.S. è stata però congelata, almeno per il momento. Milano ha infatti spostato la questione sull’asse del Tribunale ricorrendo in Appello, vinto dalla polizia locale. Ora l’automobilista è pronto ad arrivare in Cassazione per chiedere al giudice l’annullamento della raffica di multe.

“È una sentenza storica quella di Rossella Barbaro, perché mette l’accento sull’illegittimità delle multe inferte dalla polizia locale di Milano e sul danno erariale. La giudice di pace è stata chiarissima: le telecamere sono installate sul territorio di Segrate e Peschiera, i verbali sono irregolari”. A spiegare i motivi della sentenza è l’ex comandante dei vigili di Segrate, Franco Fabietti, che ha organizzato entrambi i ricorsi. Dopo aver fatto scoppiare la bomba dei T-Red, Fabietti è ormai diventato il paladino di chi si sente ingiustamente vessato, tanto da essere contattato dalle associazioni dei consumatori di tutta Italia. “Milano è entrata a gamba tesa sull’aeroporto – continua Fabietti –: negli ultimi 18 anni ha inviato una multitudine di verbali ai cittadini, che purtroppo hanno pagato senza sapere che quelle multe sono illegali. Addirittura, sui 30 verbali che sono arrivati ai due automobilisti che ho assistito c’era scritto che le auto erano state posteggiate a Milano, in ‘località arrivi e partenze’ di Linate. È falso: quell’area si trova sul territorio di Segrate e, per una piccola porzione, anche su Peschiera”.

Il ricorso vinto da Milano – e destinato ad arrivare presto in Cassazione per il terzo round – è stato motivato da un accordo del 2010 stipulato sulla sicurezza e la vigilanza dell’area dalla Sea (la società che gestisce le infrastrutture dell’aerostazione), da Enac e dalla Polizia locale milanese. Nei mesi scorsi anche il sindaco Paolo Micheli si era rivolto al Prefetto per spegnere per sempre quelle telecamere, ma la reazione non è servita a molto. Sul tavolo ci sono oltre 3 milioni di euro incamerati negli anni da Milano. “La cifra non è certa e oscilla fra i 3 e i 6 milioni – aggiunge Fabietti -. Tutto quello che faccio è per promuovere la legalità, tre anni fa sono andato perfino in Parlamento per fermare questo abuso”.

Dal Giorno e dall’Eco del 13/09/2018