Un po’di storia per chi non la sa.  L’Area ex Fisher.

https://selsegrate.wordpress.com/2013/11/08/una-soluzione-per-larea-ex-fischer/

Annunci

DOPO UNA NOSTRA DENUNCIA INIZIATI I LAVORI ALL’EX FISHER

LA NOSTRA DENUNCIA RIPRESA DA SEGRATE INFOLIO

La copertura dell’edificio dismesso a rischio crollo. Pista ciclabile transennata

TETTO PERICOLANTE ALL’EX FISHER

22 Maggio 2015
Le transenne sistemate dalla polizia locale sulla pista ciclabile di via Morandi lasciano perplessi i ciclisti che non comprendono dove sia il pericolo. Basta però alzare lo sguardo per capire. Venerdì scorso il vento che ha imperversato per parecchie ore ha sollevato la copertura dell’edificio dismesso dell’ex Fischer (nella foto), sequestrato alla criminalità organizzata. E il pericolo che una nuova folata possa fare crollare il tetto è concreto.

image

image

image

image

image

DAL SINDACO E DALLA SUA PICCOLA MAGGIORANZA SOLO PROMESSE

Sel Segrate denuncia: «Siamo ancora in attesa dell’ordinanza per la bonifica del caseggiato abbandonato di via Roma»

Il circolo segratese di Sinistra Ecologia Libertà porta nuovamente l’attenzione riguardo il fabbricato abbandonato sito lungo via Roma, nei pressi della chiesa di Santo Stefano.

«Siamo ancora in attesa dell’ordinanza per obbligare i proprietari a riqualificarlo e bonificarlo dall’amianto – hanno affermato i rappresentanti del circolo -. La nostra denuncia risale a circa un anno fa, ma da allora niente e’ stato fatto». A tal proposito, Sel Segrate rivolge la propria attenzione anche all’indirizzo di altre aree dismesse presenti sul territorio, chiedendo l’assunzione di provvedimenti tempestivi. «L’area ex Fischer in via Morandi è abbandonata e degradata da anni – hanno proseguito -. A Novegro Cascina Bruciata è diventata ormai un rifugio di senzatetto». «Denunciamo anche lo stato di degrado del parco Europa – hanno concluso -, privo di bagni pubblici e dove capita di assistere a episodi frequenti di persone che fanno i loro bisogni a pochi passi dal parco giochi. Le mamme e i bambini sono obbligati adassistere a spettacoli vergognosi non degne di una società civile».